Fenice

/Piero Bottoni - 1936

Fenice
Piero Bottoni - 1936

Tavolo. Esemplare numerato. Struttura in Polimex®, rivestita in cemento con finitura acrilica e trattamento di protezione nano tecnologico antimacchia a base di biossido di titanio, colore grigio.


.pdf (157,30 Kb)
...
Piero Bottoni

Nato a Milano nel 1903. Si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1926. E’ tra i protagonisti del Razionalismo italiano: è membro fondatore del gruppo milanese del Miar e partecipa alle Esposizioni di Architettura Razionale di Roma nel 1928 e nel 1931; è delegato italiano ai Congressi Internazionali di Architettura Moderna e, in tale veste, nel 1933, collabora alla redazione della "Carta d'Atene”. Partecipa ai più importanti concorsi di architettura e urbanistica degli anni ’30 mantenendo costante il suo impegno nella ricerca di nuove soluzioni nel campo dell’arredo e del mobile singolo. Nominato Commissario Straordinario della VIII Triennale nel 1945 dal CLN, promuove gli studi per la realizzazione a Milano di un Quartiere sperimentale (QT8). Dal 1945 partecipa alla direzione della rivista "Metron"; nel 1946 è tra i fondatori del Movimento Studi Architettura, e, dal 1953, è membro del Consiglio Direttivo dell'Istituto Nazionale di Urbanistica. Negli ultimi decenni, la vocazione pedagogica che ha sempre contraddistinto il suo operare lo porta ad un impegno più diretto nell'insegnamento che, in periodo fascista, gli era stato impedito. Muore a Milano nel 1973.