Emil, un complemento leggero e versatile

zanotta_news-from-design_emil_foto_1 zanotta_news-from-design_emil_foto_2

Il tavolino di Frank Rettenbacher per Zanotta conquista chi ama il minimal-style contemporaneo.

«È come una “mensola su gambe” dal look molto attuale, che si presta a usi facili e “nomadi” in ogni angolo della casa, ma anche delle zone ufficio moderne. La struttura metallica impiega spessori super sottili e conferisce al tavolino un’identità slanciata che ricorda gli elementi d’arredo anni ‘70». Il giovane designer austriaco Frank Rettenbacher, che vive e lavora ad Amsterdam, parla di Emil come il risultato di una ricerca che gli sta molto a cuore, e che investe non solo il lavoro ma la vita: «Quando ho cominciato a disegnare questo piccolo complemento era appena nata la mia prima bimba e avevo il desiderio di oggetti utili e servizievoli, che facessero da contorno discreto ai pezzi d’arredo più importanti, dando anche un apporto di colore e gioia. Quando hai figli piccoli, ti accorgi che la casa ha bisogno di superfici che accolgano tante piccole cose che devono stare a portata di mano, senza però creare un senso di disordine. Ripiani gradevoli e “gentili” che possono essere spostati con agio nei vari angoli e stanze, leggeri e robusti insieme. Ecco perché le gambe di Emil sono rinforzate da sottili tondini d’acciaio che si avvolgono l’uno sull’altro a rinforzare la struttura». L’esperienza in Philips e Audi, ma anche sui set televisivi olandesi, ha dato a Frank Rettenbacher la possibilità di progettare oggetti di design industriale che spaziano dall’elettronica di consumo all’illuminazione, al mobile funzionale. Con uno sguardo alle nuove tendenze e all’impronta glamour che conquista un pubblico allargato. Da qui ha inizio la collaborazione con Zanotta, in occasione del Salone del mobile 2014. «La mia idea di creare una “famiglia” di tavolini per un soggiorno leggero e moderno, che impiegasse materiali metallici a spessore ridotto, ha incontrato subito il favore del team Zanotta. Abbiamo perfezionato insieme la ricerca sui punti di rinforzo e sulla finitura del piano. Il risultato è, a mio parere (ma non solo), eccellente: il piano in acciaio del tavolino ha uno spessore di soli 3 mm e sembra fluttuare sopra la sua base metallica. La superficie lucida del piano riflette con garbo tutte le piccole cose che il tavolino ospita, i colori si abbinano alle tinte attuali più in voga: dai bianchi ai rosa, dai rossi-bordeaux ai neri». Emil in versione day-and-night può fare da pratico tavolino o da comodino per la notte. Nella versione metallica Emil è disponibile in bianco, nero, bordeaux e con piano rosa su struttura bianca.

Tre anni dopo, al Salone del Salone del Mobile 2017, Emil si veste di nuovo con due inedite strutture - ramata lucida o ottonata lucida - ed un nuovo piano in legno massello, rispettivamente noce canaletto verniciato naturale oppure rovere verniciato colore naturale. Il piano del tavolino, con i sui spigoli arrotondati, sembra fluttuare sulla base in tondino metallico e risulta quasi morbido al tocco, quando lo si sposta. Commenta Frank Rettenbacher: «Dopo aver sperimentato tanti materiali e colori accesi, con Zanotta abbiamo immaginato il piano in legno massello che contrastasse magnificamente con la base ramata o ottonata brillante». Ecco un esempio di oggetto di design passe-partout che vestiti abiti eleganti, sconfina anche nelle atmosfere domestiche più raffinate.