Max Bill

zanotta_news-dedicato_bill_foto_1

Pochi architetti esprimono come Max Bill il Novecento: ha pensato, parlato, scritto, progettato, organizzato. Pittore, scultore, grafico, architetto, filosofo, Bill ha fatto parte di gruppi di studio e progettazione internazionali.
Ha studiato con Kandinsky e Klee, frequentato Le Corbusier, Duchamp, Eames, Mies Van Der Rohe, Rogers. Co-fondatore dell’istituto superiore per la progettazione a Ulm, proprio per la famosa Scuola ha creato nel ’50 lo Sgabillo: sedile in legno, dalla forma geometrica essenziale, il disegno quasi annullato a sostenere la funzione, tutt’oggi in produzione da Zanotta.
Il nome ironico fu dato all’oggetto da Aurelio Zanotta quando lo mise in produzione.