Sciangai

Design De Pas, D'Urbino, Lomazzi - 1973

Appendiabiti chiudibile. Struttura in faggio verniciato, colore naturale o nero oppure in rovere naturale, tinto grigio, bianco o bordeaux.

zanotta_300-sciangai_gallery_10_preview_big
zanotta_300_sciangai_gallery_2_preview
zanotta_300_sciangai_gallery_1_preview
zanotta_300_sciangai_gallery_7_preview
View All
View less

L’eleganza del gioco

Nella prima metà degli anni Settanta, nell’ambito di una strategia tesa alla diversificazione tipologica della collezione, Zanotta inizia la produzione di alcuni complementi d’arredo. L’appendiabiti Sciangai è il primo e tra i più importanti complementi prodotti da Zanotta.  

zanotta_300_sciangai_plus_2(3)
zanotta_300_sciangai_plus_1(0)
«Gli oggetti devono entrare in un rapporto di simpatia con chi li usa ed essere facili da usare», spiega Paolo Lomazzi in un’intervista televisiva per la Rai. «Oggetti d’uso quotidiano, domestici e posso dire degli oggetti affettuosi». L’ispirazione per Sciangai: l’omonimo gioco da tavolo cinese, con tanti bastoncini di legno da far cadere su un piano, dopo averli tenuti insieme con la mano, al centro.
zanotta_300_sciangai_plus_3(2)
Il meccanismo di apertura-chiusura è  realizzato con una rondella in acciaio. Sbalorditivo per la sua semplicità ed originalità nel 1979 vince il premio Compasso d’Oro.