Joy

Design Achille Castiglioni - 1989

Mobile a ripiani rotanti. Piani in medium density fiberboard, verniciatura goffrata antigraffio nei colori bianco, nero o bordeaux. Snodi portanti in acciaio verniciato nero nelle versioni nera o bordeaux oppure bianco nella versione bianca. Il mobile è disponibile nella versione a cinque o a sette ripiani.

zanotta_712-joy_gallery_7_preview
zanotta_712-joy_gallery_10_preview
zanotta_712-joy_gallery_9_preview_small
zanotta_712-joy_gallery_6_preview
zanotta_712-joy_gallery_10_preview_small
zanotta_712-joy_gallery_9_preview
zanotta_712-joy_gallery_4_preview
View All
View less

Dal design al prodotto

Nel progetto del mobile Joy, Castiglioni persegue l’idea dell’azzeramento tecnologico e formale. Joy è infatti un oggetto “neutro” a funzione multipla, possibile archetipo di una nuova tipologia. La sua originalità   risiede nel movimento dei ripiani realizzato con estrema semplicità: più piani orizzontali sono liberi di ruotare attorno a perni verticali realizzati con tubi di acciaio. Joy  è un “oggetto d’invenzione” nato dal pensiero di uno tra i più autorevoli maestri del Design italiano.

zanotta_712-joy_plus_1
zanotta_712-joy_plus_2
Un "mobile a piani rotanti" difficile da classificare e che ancora una volta stabilisce un record tipologico. Un mobile apparentemente semplice, costituito da sei elementi a "L rovesciata" e da un  basso portale che funge da base di appoggio per gli snodi in metallo su cui si innestano gli elementi.