Sacco

Design Gatti, Paolini, Teodoro, 1968

Poltrone anatomiche.
Involucro contenente palline di polistirolo espanso ad alta resistenza. Rivestimento in Vip (anche per esterni, resistente al fuoco, antibatterico con trattamento Silverguard® e antimacchia con trattamento Permablock 3®), Tulip, Pied de poule e pelle. Le versioni in Tulip e Pied de poule sono sfoderabili.

zanotta_280-sacco_gallery_preview11_big(0)
zanotta_278-279-280_sacco_gallery_1_preview
zanotta_278-279-280_sacco_gallery_3_preview
zanotta_278-279-280_sacco_gallery_4_preview
View All
View less

Simbolo del design italiano

Cosa dire ancora dopo cinquant’anni di uno dei simboli del design italiano, che da solo ancora oggi comunica la forza assoluta delle idee, quando davvero sono tali? Non c’è storia scritta, a qualunque latitudine, che non metta questo oggetto tra le dieci icone che hanno cambiato, per sempre e per tutti, la prospettiva di questa nostra amata disciplina.

Forse possiamo aggiungere che, al di là del gesto dissacrante di riempire un Sacco di pallini di polistirolo per farlo diventare la seduta imbottita più informale, più versatile, più irriverente, più libera, più morbida, più ergonomica e “più” di sempre, proprio per il fatto di non avere una forma definita ha superato indenne tutte le stagioni, le mode e gli “ismi”, conservando il valore più grande di tutti, quello di essere un concetto che va ben oltre le stagioni, arrivato indenne fino ad oggi, pronto a essere declinato in versioni per bambini e per ragazzi, perché poter sorridere, divertendosi anche seduti su una “poltrona”, non rimanga solo un privilegio per adulti.

zanotta_278-279-280_sacco_plus_1
zanotta_278-279-280_sacco_plus_5(0)
L’idea dei progettisti della Sacco era quella di realizzare una seduta universale capace di adattarsi  al corpo in qualunque posizione. La Sacco è considerata uno degli oggetti più geniali e rappresentativi del design italiano.
zanotta_278-279-280_sacco_plus_3
Sacco è un oggetto docile e servizievole: ci si può stare seduti, sdraiati, rannicchiati o   come più vi piace. Può servire a posarci varie cose, proprio come un tavolino; disteso è qualcosa di molto vicino ad un tappeto. Ma non è affatto proibito inventarsi altri usi. I bambini invece non la usano: ci giocano (qualche volta anche gli adulti). Sacco è un vero è proprio oggetto “addomesticato”. Attenzione però! Ha uno svantaggio: se vi ci abituate, finirete per essere molto esigenti verso gli altri oggetti che usate.
zanotta_278-279-280_sacco_plus_4(0)
La poltrona di Gatti, Paolini e Teodoro è uno dei casi più significativi di prodotto del design in grado di incarnare un’epoca. E di “contaminare” convenzioni abitative apparentemente molto formali.
zanotta_278-279-280_sacco_plus_2
Sacco (280)
Sacco Medium (279)
Sacco Small (278)
zanotta_referenze_Sacco-MINIM-DivinaVanidad
Divina Vanidad, Barcelona.
zanotta_referenze_Sacco-Moleskine-NewYork
Moleskine, New York.